Conosco Gabriele da 35 anni e so tutto di lui fino a vent'anni fa, fino a quando lasciò l'Italia nel 97. Ho fatto parte della sua famiglia, quindi posso dire di conoscerlo più di tutti nel gruppo. Si è sempre distinto per il suo senso della giustizia per la sua intelligenza, fino al punto di rimanere antipatico ai più, anche ai familiari, che però lo hanno sempre considerato un punto di riferimento in quanto a capacità analitiche e di risoluzione problemi. Ha un carattere molto forte, che a molti può non piacere, e lo ricordo come un giovane ribelle, con atteggiamenti a volte bruschi, intollerante verso la mediocrità e l'idiozia, che lo facevano una persona per pochi. Ha sempre raggiunto gli obiettivi preposti, a costo di perdere amici e parenti. Lo conoscono tutti come una persona generosa e sensibile ai problemi sociali, ma anche come uno che sa cosa vuole e che sa dire di no. Il suo pregio più grande ricordo fosse proprio la caparbietà, mentre il suo difetto maggiore penso sia la troppa generosità, che gli ha causato problemi non indifferenti nella sua vita. Sicura delle sane intenzioni e della sua assoluta onesta, ho deciso di supportarlo e stargli accanto in questo progetto, fiduciosa nella sua indole, nelle sue competenze e capacità. Come tutti gli altri, non vedo l'ora di conoscere il piano di azione di questo progetto.
Monica M.
Un caso ha unito la mia strada con quella di Gabriele e della Soluzione ma non per caso, il mio continuo cercare mi ha indicato la strada verso la luce della verità e della conoscenza, mi sono fermata dove ho trovato ciò che cercavo, dove ho trovato la guida verso la consapevolezza, dove ho trovato l’umanità della quale ogni essere umano necessita
Loredana M.
All' inizio quando mia madre aveva proposto di seguire i suoi post ero molto scettico. Ma dopo averlo conosciuto di persona ho cambiato opinione. Le informazioni che fornisce non si trovano in rete e sono veramente per quei pochi che riescono a rimettere in dubbio le cose in cui credono.
Kostantin D.
Ho conosciuto Gabriele, dopo aver letto la sua “Lettera alle Mosche Bianche”. Tutto ciò che vi era scritto, ogni singola riga, risuonava in me in totale sintonia. Dopo averci parlato a voce in Skype ho capito che ci avevo visto giusto.
Marco M.
Ho conosciuto Gabriele durante il lockdown del Coronavuris, cercando in rete soluzioni al problema Nuovo Ordine Mondiale, dopo aver raggiunto la consapevolezza di essere vittime di un piano criminale. Le informazioni che mi ha fornito a riguardo sono state agghiaccianti, ma non sorprendenti, perché in linea con le mie intuizioni. Non conosco ancora il piano di soluzione, ma quello che mi ha detto fino ad oggi è sufficiente a credere che una soluzione ce l'abbia davvero, e non vedo l'ora di conoscerla. Fra le cose che mi ha detto ce ne sono alcune che sono andate a "cozzare" con quello in cui ho creduto fino ad oggi, ma hanno un senso, e mi hanno aiutato a collegare diversi puntini che mi hanno permesso di avere un quadro più chiaro della situazione in cui siamo. Per questo motivo, mi sto dando da fare perché altri si avvicinino a lui e al progetto de La Soluzione. E' vero, alcune cose che dice possono destabilizzare, ma è una sensazione che passa molto velocemente con l'acquisizione di altre informazioni che ti fanno sentire più forte di prima. Ho deciso di andare fino in fondo, fino a quella che lui chiama la fine della tana del Bianconiglio, e sento che il mio intuito non mi tradirà.
Desiree P.
Gabriele, grazie hai tuoi insegnamenti sto cercando giorno dopo giorno di modificare la mia mentalità al fine di essere più utile e prestante per il progetto, so bene di essere tra i fortunati che senza nulla ne faranno parte e cerco il più spesso possibile di contribuire attivamente a ciò. Mi hai dato la possibilità di avere un futuro e non me la lascerò scappare.
Mattia S.
Le informazioni che Gabriele ha dato e sta dando a tutto il gruppo da quando lo conosciamo sono di inestimabile valore. Il suo impegno e la sua dedizione a questo progetto sono impareggiabili, oltre che a contagiose. Non ho la preparazione per giudicare le sue competenze, ma penso che abbia quello che serve per portare un progetto come questo al successo, un progetto che penso veramente sia la soluzione al problema del secolo.
Marilea M.
Ho conosciuto Gabriele grazie a Marilea che mi ha parlato di lui e del progetto La Soluzione. Sono sempre stata consapevole che la verità rende liberi, ma non ho mai trovato quella verità che facesse sentire libera per davvero. Credo di averla trovata in questo progetto, di cui mi sono subito innamorata, specialmente perché condivido il principio che "non si può diventare ricchi senza preoccuparsi di far arricchire anche altri", un principio presentatomi da Gabriele durante la nostro prima chiacchierata. Penso veramente che questo progetto potrà entrare nella storia, se condiviso dalle persone giuste. Rossella V.
Rossella V.
Io se posso dire ho semplicemente seguito la mia anima e sono arrivata da voi, perché non mi sono fatta troppe domande ho semplicemente risuonato con questa cosa. Fidarsi della propria intuizione non è da tutti, io sento che Gabriele ha un messaggio importante da dare e mi fido della sua lealtà.
Jasmine G.