I tre piloni portanti del progetto La Soluzione

Il mondo funziona in base a un Sistema che conoscono in pochi. L’ignoranza della stragrande maggioranza della popolazione è la vera causa della sofferenza nel mondo. Dobbiamo fare in modo che più persone possibile conoscano questo Sistema e dobbiamo far si che più persone possibile lo possano sfruttare.

INFORMAZIONE

Attraverso questo sito e attraverso conferenze online e dal vivo.

Attraverso le pagine di questo sito, attraverso il canale YouTube e durante incontri di persona, intendiamo informare più persone possibile su cos’é il Sistema e su come si sfrutta.

FORMAZIONE

Ci sono delle verità che l’élite conserva molto gelosamente, verità che permettono all’uomo di produrre moltissimo. Sono verità che sono state nascoste alle masse, per secoli, sono le verità che bisogna conoscere per potersi salvare da fare la fine a cui sono destinate miliardi di persone in tutto il mondo, secondo il piano per il Nuovo Ordine Mondiale e dell’Agenda 21.

Sono le verità che abbiamo intenzione di fornire ad altri, ai partners del progetto La Soluzione.

La chiamano l’era dell’informazione, mentre invece dovrebbe essere chiamata l’era della menzogna e dell’ingannoLa rete è piena di blog informativi e YouTube è pieno di canali informativi, che non sono altro che ripetitori di menzogne messe in circolazione da agenzie governative, al fine di confondere le idee e di distrarre dal vero problema.

Siamo invasi da ciarlatani spacciatori di fumo, che speculano sul problema, approfittandosi del bisogno della gente di capirci qualcosa su quello che sta accadendo. Nessuno, e sottolineiamo nessuno, fra questi, conosce la verità più profonda su quello che sta succedendo e su quello che sta per succedere. Nessuno fra, coloro che parlano alla gente, conosce i dettagli su come siamo arrivati a questo punto e perché, e nessuno di questi sa dove siamo diretti. Per questo motivo, nessuno sa come risolvere il problema.

Siamo gli unici, fra quelli che conoscono le verità, che sono disposti a condividerle con altri. 

IMPRENDITORIA

Attraverso l’imprenditoria, o meglio nell’investimento nelle imprese, raggiungeremo il livello di ricchezza economica necessario per entrare a far parte del club degli uomini superiori. L’imprenditoria è la produttività dell’uomo alla massima espressione, cioè il mezzo attraverso il quale l’uomo esprime al massimo la sua capacità produttiva.

La parola chiave è Imprenditoria Elite, cioè imprendere al livello delle grandi marche e delle multinazionali, per potersi aggiudicare una fetta di torta, grande quanto basta per rientrare fra i maggiori players dell’economia mondiale.

Vogliono eliminare le piccole e medie imprese. Vogliono essere solo loro a soddisfare le esigenze di tutti, vogliono essere solo loro a produrre e fornire prodotti e servizi. Non possiamo impedirgli di raggiungere l’obiettivo, ma possiamo diventare parte di quelle aziende a cui sarà consentito continuare.

Entro la fine del 2021 il 95% delle PMI chiuderà i battenti. Poi arriveranno i grandi che si prenderanno le aziende decedute, per “due lire”. Dobbiamo intervenire prima che ciò avvenga, informando gli imprenditori sui dettagli del piano e su come ci si salva.

Servono aziende ancora in attività, con grandi potenzialità di crescita, cioè aziende i cui prodotti e/o servizi possano essere diretti a mercati nazionali e internazionali e servono imprenditori capaci.

La situazione attuale italiana, in quanto a capacità imprenditoriali, è pessima. Sono tornato in Italia dopo vent’anni, e posso dire che siamo a livello terzo mondo. Abbiamo l’illusione di essere grandi imprenditori, perché proveniamo dall’era del Made in Italy e perché sappiamo fare ottimi prodotti, ma questo non è sufficiente per ritenersi bravi imprenditori. Siamo finiti per essere il fanalino di coda dell’economia Europea e siamo la barzelletta del mondo. Gli stranieri non vogliono fare business con noi, non ci ritengono bravi imprenditori e bravi business men. Comprano i nostri prodotti (sempre meno), ma non vogliono fare partnerships e non vogliono collaborare con noi (questo significa fare business).

Serve umiltà. Servono aziende interessanti, di proprietà di persone intelligenti che vogliano mettersi in discussione.

Molti italiani si credono bravi, perché sono in attività da molti anni, ma l’essere in attività non è sufficiente per considerarsi bravi. I bravi imprenditori non sono più quelli che esistono, ma quelli che fanno crescere le loro aziende. Lo stesso vale a livello umanistico. Gli uomini che avranno diritto alla vita vera, a prosperare in libertà, sono quelli che crescono e che prosperano. Tutti gli altri, cioè quelli che sopravvivono, non sono uomini, sono topi.

Aiuteremo le imprese a uscire dalle sabbie mobili, a salvarsi dal fallimento, riportandole a crescere e a conquistare mercati sempre più grandi.