Cari italiani,

siamo prossimi a una transizione fra due epoche, che molti vivranno come un diluvio universale, mentre alcuni potranno vivere come una benedizione.

Sono un ex membro dell’élite governativa e imprenditoriale, e sono tornato in Italia, dopo quasi vent’anni, per aiutare alcuni, spero molti, a rientrare nel secondo gruppo, quello dei “benedetti”.

Molti cercano di capire cosa stia succedendo al mondo in questo periodo, ma quasi nessuno riesce ad avere un quadro preciso della situazione, perché le informazioni disposizione della gente sono approssimative, false e fuorvianti.

Quello che sta succedendo con la scusa del CoronaVirus, un’influenza stagionale spacciata per peste bubbonica, è l’ultima fase di un piano che punta a togliere tutti i diritti alla gente, alla massa, per poi eliminarle. Ci vogliono impedire di interagire e di scambiare, per impoverirci e indebolirci sempre di più, finché non avremo più nulla per vivere, e nemmeno per sopravvivere.

Nessuno, fra quelli che sanno, parlano, perché la massa non deve sapere quello che i padroni del mondo hanno in serbo per loro. La gente viene a sapere le cose, quando è troppo tardi, quando le cose succedono, quando è troppo tardi.

La Situazione è molto più grave e molto più drammatica di quanto si possa immaginare. Stiamo per perdere tutti i diritti alla vita vera, e siamo condannati ad una vita fatta di soddisfazioni virtuali e alla schiavitù eterna.

Si vogliono sbarazzare della massa, perché troppi, troppo stupidi e troppo dannosi. Vogliono eliminare il 90% della popolazione mondiale, perché ritenuta zavorra al progresso dell’umanità. Vogliono un mondo tutto per loro, un mondo popolato da uomini superiori che sono capaci di vivere in completa libertà, cioè senza nemmeno il bisogno di essere governati.

Sono consapevole del fatto che tutto questo può essere interpretato come un disperato tentativo di attirare attenzione, ma non è così. Sono verità che bisogna sapere per poter sperare di salvarsi, da una brutta fine, la fine a cui sono destinate le masse, miliardi di persone in tutto il mondo, una fine che si chiama perdita di tutti i diritti, schiavitù eterna e eliminazione.

Per tutto il secolo scorso, siamo stati vittime di un piano che puntava a trasformarci in manovalanza a basso costo. Anno dopo anno e generazione dopo generazione, siamo esistiti sempre più per gli altri che per noi stessi, e abbiamo imparato ad accontentarci di sempre meno, nonostante lavorassimo sempre di più, mentre un numero sempre minore di persone diventavano sempre più ricchi e sono andati a stare sempre meglio.

E’ il risultato di un Sistema sconosciuto alle masse, un Sistema che permette a chi lo conosce di arricchirsi moltissimo, in tempi molto brevi, mentre schiaccia sempre più chi invece non lo conosce. La gente non consce il Sistema, la gente non sa come funziona il mondo per davvero, e per questo motivo non possono fare altro che affidarsi e fidarsi di quello che gli dicono i governatori e i loro burattini, i relatori, quelli che vengono spacciati come esperti, ma che invece sono ciarlatani spacciatori di menzogne.

La distribuzione della ricchezza è la dimostrazione, in soldoni, di quanto sopra esposto, e ci fa capire che il mondo è oggi popolato da due gruppi di persone, un’élite di milionari benestanti, e una massa di che oggi non può fare altro che preoccuparsi di procurarsi il minimo indispensabile per sopravvivere.

Elite e schiavi, separati in due mondi molto distanti fra loro, benché sullo stesso pianeta. Eccellenti contro mediocri, in quanto a capacità produttive.

Siamo troppi, consumiamo troppo e produciamo pochissimo. Sono stati sballati gli equilibri fra produttività e consumi, e questo sta causando malessere e sofferenza a molte, troppe persone, in tutto il mondo. Il degrado socio-economico in cui viviamo oggi giorno, è la conseguenza di questo squilibrio, e quello che hanno fatto i padroni del mondo negli ultimi venticinque anni è selezionare gli utili dagli inutili, per poi decidere chi tenere e chi eliminare. Questa selezione è già stata fatta, e fra poco cominceranno con la fase della privazione dei diritti, degli ultimi diritti, cioè quelli all’interazione e agli scambi, ma anche alla procreazione, a cui farà seguito la fase di eliminazione, che durerà per tutto il XXI secolo.

Si chiama Agenda 21, ed è un piano coordinato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite e firmato da tutti i capi di Stato e tutti i leader di tutti i paesi del mondo. Puntano a ridurre la popolazione del 90%. Gli ci vorranno circa cent’anni, ma ci riusciranno, così come sono riusciti a trasformarci in schiavi ubbidienti e non rivoltosi.

Ci stiamo avvicinando a una nuova fase, quella della selezione fra meritevoli e immeritevoli di vita vera, e spero di poter aiutare più persone possibile a rientrare fra i meritevoli. E’ una fase che durerà tre o quattro anni, una fase che precederà un cambio di Sistema che sigillerà i due mondi per sempre, il che significa che chi non sarà riuscito ad entrare fra i meritevoli, sarà condannato alla schiavitù, per il resto dei suoi giorni.

Siamo stati vittime di una guerra psicologica, attraverso la quale siamo stati ridotti ai minimi termini in quanto a capacità intellettuali e mentali in genere. Una guerra a colpi di sostanze chimiche che hanno colpito il nostro cervello, e a colpi di propaganda mediatica, che di ha colpito nella psiche, nella mentalità, nel credo.

Siamo stati ingannati su tutto quello che riguarda la vita, a 360 gradi, il che significa che abbiamo accettato menzogne come se fossero state verità, su materie di fondamentale importanza per procurarci le cose che ci servivano a stare bene, amore e soldi in primis.

Volevano una massa di individui con un quoziente d’intelligenza sufficiente per operare le macchine, e adesso ci vogliono eliminare, perché gli serviamo più, perché hanno le Intelligenze Artificiali, a cui affideranno ruoli all’interno di organizzazioni private e pubbliche. Le Intelligenze Artificiali costano meno, non hanno esigenze, non hanno diritti e, a differenza degli esseri umani, non consumano risorse naturali.

Il XX secolo sarà ricordato come il secolo della menzogna e dell’inganno, mentre il XXI secolo sarà ricordato come il secolo del reset dell’umanità.

Il mondo per come lo consociamo noi sta per finire e uno nuovo sta per cominciare. Nel nuovo mondo, cose come libertà, prosperità e felicità saranno un lusso per pochissimi, per individui superiori, che nell’élite vengono chiamati Super Humans, uomini e donne che sanno vivere secondo concetti e principi di reciprocità, cioè individui che sanno procurarsi benessere creando opportunità affinché anche altri possano fare altrettanto.

Non hanno super poteri, non sono alieni, esseri umani ben educati alla vita, un’educazione basata sulle verità che permettono all’uomo di vivere alla massima espressione. le verità che sono state tenute nascoste alle masse, per secoli.

Il sogno di un mondo migliore sta per diventare realtà, ma non per tutti, per pochissimi, per individui superiori, intellettualmente e biologicamente, per quelli che nell’élite chiamano Super Humans, uomini e donne capaci di amare e di contribuire positivamente alla società, nonché resistenti a virus e batteri.

Ci si salva dall’Agenda 21 e dal Piano per il Nuovo Ordine Mondiale, diventando Super Humans, o uomini veri. (Sono la stessa cosa. Scegli tu la definizione che più ti aggrada).

La fase di transizione a cui ho fatto riferimento all’inizio, durerà quattro o cinque anni ed è una fase che possiamo e dobbiamo sfruttare al meglio, arricchendosi molto, sia economicamente che spiritualmente, per entrare a far parte dei meritevoli di vita vera, uscendo dalla massa destinata a una “vita” virtuale, alla perdita di tutti i diritti, alla schiavitù eterna e all’eliminazione.

Arricchimento spirituale e economico, sono la chiave della salvezza.

Come molti sanno, a ogni crisi corrispondono opportunità di arricchimento e di creazione di benessere. Bene, quella che stiamo per attraversare sarà ricordata come la crisi più grave della storia, ma anche come la crisi che ha permesso ad alcuni di arricchirsi ad un livello inimmaginabile, di riappropriarsi di tutti i diritti e di passare a miglior vita, alla vita vera, mentre ancora in vita.

La situazione è molto grave, ma bisogna essere ottimisti. Siamo in un tunnel molto lungo, ma esiste una luce alla fine di quel tunnel, una luce che si può raggiungere solo se si riesce a vedere il bicchiere mezzo pieno, un ottimismo conseguenza della conoscenza della verità su come funziona il mondo per davvero e su come si vive alla massima espressione.

Solo chi sentirà la fame di vita vera, potrà salvarsi e potrà garantire ai propri figli una vita degna di essere chiamata tale. Solo gli ottimisti potranno ambire alla salvezza e alla vita vera, nel nuovo mondo, il mondo voluto dalla massoneria prima e dai loro eredi, dopo, gli Illuminati, che non sono il male, a differenza di quello che molti pensano, sbagliando, ma che sono quelli che si stanno adoperando per scongiurare il peggio, cioè il collasso globale, e che si stanno adoperando affinché gli uomini possano prosperare in libertà e in l’umanità possa proseguire in equilibrio perpetuo con la natura.

Concludo dicendoti che niente è quello che sembra. Ricorda… sei stato ingannato su tutto quello che riguarda la vita a 360 gradi, da persone molto abili nell’ingannare il prossimo, persone con cui ho lavorato a stretto contatto, per quasi quindici anni.

Cosa serve? Servono aziende e capitali, ma servono anche persone di gran valore, che contribuiscano a costruire un’Arca di Noè, che farà passare il diluvio universale (la fase di transizione fra le due epoche) per poi approdare al nuovo mondo, da Super Humans.

Gabriele Cripezzi