Siamo alla fine di un ciclo durato quasi cent’anni, attraverso il quale miliardi di uomini sono stati trasformati in topi, animali minori che l’unica cosa che possono fare è procurarsi il minimo indispensabile per sopravvivere. Non siamo più uomini, nel senso che non siamo più capaci di prosperare.

Quello che più ci contraddistingue dagli animali, è la capacità e l’interesse a prosperare. Non siamo più capaci di farlo, e non siamo, come massa, nemmeno più interessati a farlo. La parola prosperare, così come la parola felicità, non fanno più parte del nostro lessico, due parole di cui  moltissimi non sanno nemmeno più il significato.

Anno dopo anno e generazione dopo generazione, abbiamo imparato ad accontentarci di sempre meno, nonostante lavorassimo sempre di più.

Tutto questo come conseguenza di un piano di dominio del mondo, più precisamente di un piano per la conquista di tutti i mercati e di tutte le economie di tutto il mondo.

Nel corso degli anni, un numero sempre maggiore di persone hanno visto calare sempre più la loro economia e sono andate a stare sempre peggio, mentre sempre meno persone si sono arricchite sempre di più e sono andate a stare sempre meglio. L’evoluzione della distribuzione della ricchezza è la dimostrazione di tutto questo. Siamo al punto in cui il 10% della popolazione mondiale possiede oggi il 90% della ricchezza totale della Terra, il che significa che il 90% della popolazione si deve accontentare del misero 10% della ricchezza, cioè delle briciole.

Come topi, ci azzuffiamo l’uno con l’altro per accaparrarsi le briciole, e più dei 2/3 della nostra produttività, cioè del frutto del nostro lavoro, va a finire nelle mani di altri, dei nostri padroni, dei beneficiari di un Sistema basato sulla frode e sull’inganno, di cui la gente sa poco o nulla, un Sistema attraverso il quale siamo stati trasformati in schiavi ubbidienti e non rivoltosi.

Siamo stati stimolati a consumare sempre di più, mentre, al tempo stesso, venivamo ridotti ai minimi termini in quanto a produttività.

Il mondo d’oggi è popolato per il 90% da una massa di eccessivi consumatori e pessimi produttori. Si sono sballati gli equilibri fra produttività e consumi, e questo è il vero motivo per cui 1/3 della popolazione vive sotto la soglia della povertà e per cui il degrado socio-economico ha raggiunto un livello osceno, senza precedenti.

Siamo al punto in cui le masse sono considerate zavorra al progresso dell’umanità, una zavorra che vogliono eliminare, per ripristinare gli equilibri fra produttività e consumi. Solo così può essere ridotta la sofferenza nel mondo e solo così si può scongiurare il peggio, cioè il collasso globale.

Siamo all’inizio di una fase di reset dell’umanità, che durerà per tutto il XXI secolo, attraverso il quale le masse e la feccia umana che ha causato tutto questo danno, gli artefici e i massimi sfruttatori del Sistema, verranno eliminate, e l’unico modo per non venire eliminati, è quello di entrare a far parte di una piccola porzione di popolazione mondiale che si salverà e che sarà autorizzata a portare avanti l’umanità. Sono l’élite buona, i milionari benestanti sani, uomini veri, che sanno vivere secondo la filosofia di vita basata su concetti di reciprocità, che consiste nel sapersi procurare benessere, creando le condizioni affinché anche altri possano fare lo stesso.

Cosa sta per succedere, esattamente?

  1. Stanno per implementare delle leggi e un nuovo sistema istituzionale, che impedirà agli uomini, alle masse, di produrre e di riprodursi. Impediranno agli uomini di vivere secondo natura.

  2. I luoghi per attività produttive, ricreative e ludiche diminuiranno sempre di più, perché i costi da supportare per essere in regola con le nuove leggi, saranno sempre più alti. Le attività sociali, sportive e ricreative in genere, saranno, quindi, sempre più alla portata di sempre meno persone, i benestanti che potranno permettersi prezzi sempre più alti.

  3. Molte aziende chiuderanno, milioni di persone perderanno il lavoro e non avranno più il modo di sostenersi e di sostenere le proprie famiglie.

  4. Ad un numero sempre maggiore di persone verrà impedito di uscire di casa e verranno autorizzati gli spostamenti solo per recarsi da casa al posto di lavoro, e ritorno.

  5. Le Intelligenze Artificiali sostituiranno gli uomini in molti mestieri e ricopriranno ruoli all’interno delle organizzazioni pubbliche e private. Gli uomini verranno rimpiazzati dai robot. Hanno già dato la cittadinanza alla prima intelligenza artificiale, rappresentata da un robot, Sophia e questo perché le A.I. dovranno pagare le tasse. Entrerà in vigore una terza economia, cioè quella del risultato degli scambi fra intelligenze artificiali, e da quel momento in poi il valore della risorsa umana, il valore dell’uomo, calerà drasticamente.

Cari italiani, attraverseremo un periodo molto brutto, che durerà circa quattro o cinque anni, un periodo di crisi che potrà essere paragonato a una specie di diluvio universale, e le conseguenze di tutto questo le lascio alla vostra immaginazione. Ci metteranno nella posizione di eliminarci a vicenda e di auto-eliminarci.

Con la scusa del nostro migliore interesse, per la vostra salute e per la salute dei nostri cari, ci impediranno di muoverci liberamente, di avere rapporti umani, di scambiare e di interagire, e questo sarà l’inizio della fine.

Produrre è il senso della vita. Produrre benessere, a tutto tondo, non solo economico. Si produce scambiando. Più valore scambiamo, più benessere siamo in grado di procurare, a noi stessi e anche ad altri. Senza scambi non può esserci produttività, e laddove non c’è produttività, la vita non ha un senso. Laddove la vita non ha un senso, la vita non può esistere.

Il processo di reset durerà per tutto il prossimo secolo, ma il peggio lo passeremo durante la fase di transizione fra la fine di un Sistema e l’inizio di un altro, prima che dichiareranno l’inizio del nuovo sistema governativo totalitario, conosciuto come Nuovo Ordine Mondiale.

Il nuovo mondo è il mondo voluto dalla massoneria prima e dai loro eredi poi. Vogliono un mondo in cui gli uomini potranno vivere in equilibrio perpetuo con la natura, e questo mondo lo stanno costruendo. Sono a metà dell’opera; dopo aver trasformato gli uomini in topi, adesso è arrivato il momento di cominciare a eliminarli. Si chiama Agenda 21 ed è un programma per la riduzione della popolazione mondiale, confidenzialmente chiamato Il Programma di derattizzazione della Terra dai firmatari (1992), cioè da tutti i capi di stato e tutti i leader di tutti i paesi del mondo, un programma gestito e coordinato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Il mondo per come lo conosciamo noi sta per finire e uno nuovo sta per cominciare e il sogno del mondo migliore sta per diventare realtà, ma non per tutti, anzi per pochissimi, per uomini che sapranno vivere secondo una filosofia basata su concetti di reciprocità.

Arricchimento spirituale e economico sono le parole chiave per salvarsi, entrando a far parte del mondo dei Super Humans. Dovrai arricchirti molto, economicamente e spiritualmente, e noi possiamo aiutarti.

Gabriele Cripezzi